• Glimps

GLIMPS JOURNAL



Alzi la mano chi, come me, si sente sempre sparata fuori da un cannone.

Chi si alza la mattina con un arretrato di sonno notevole, consapevole che non lo recupererà mai e va a dormire la sera senza aver concluso, in sostanza, neanche la metà delle cose che si era fissata di fare in giornata.

Se anche voi avete una vita simile alla mia e se a volte pensate di non avere più tempo per la vostra creatività, allora questo post fa proprio per voi.

Il Bullet Journal è piccolo mondo che racchiude creatività e colore, che regala grandi soddisfazioni perché non ci sono vincoli se non quelli imposti dalla nostra fantasia e soprattutto che ruba pochissimo tempo.

Mi ci sono avvicinata per caso, vedendo post di amiche e bellissime immagini su Instagram o Pinterest che hanno stuzzicato la mia voglia di mettere nero su bianco, o meglio, tanto colore su bianco, le mie giornate, per cercare di organizzarle al meglio e rendere divertente una cosa che altrimenti sarebbe noiosissima. Inoltre, per me che ho la mania di prendere nota di qualsiasi cosa, è uno sfogo quasi maniacale che mi lascia la possibilità di tenere traccia di tutto quello che mi passa per la mente.

Per realizzarlo basta pochissimo materiale che probabilmente abbiamo già in casa, un quaderno o un’agenda, qualche penna, qualche evidenziatore e qualche pennarello.

E quindi apriamo il cassetto e… ma chi voglio prendere in giro.

Una nuova passione crea nuove necessità e nuovi bisogni quindi clicchiamo sullo shop Glimps

e cominciamo a lustrarci gli occhi.


Sicuramente i nuovi quadernini sono l’ideale.

I punti ci permettono di creare gli spazi che ci piaccio e diversi per ogni settimana e, se come me non siete molto brave con la calligrafia, ma vi piace avere un bullet figherrimo che faccia invidia alla nostra amica Tania, i timbri con i giorni della settimana, i mesi, le stagioni e i numeri ci faranno contente tutte le volte che lo usiamo, senza creare troppo ansia perché “sicuramente non mi verrà bello come quello che ho visto su Instagram”!


Se poi ci vogliamo mettere un po’ di colore e qualche disegno carino possiamo sempre timbrare come se non ci fosse un domani ^_^.

Per realizzare il mese di febbraio ho usato i timbri “Panda” e Bamboo” che ho combinato insieme agli altri.